ART NOW 21 OTTANIO Gaiezza onirica IN COPERTINA JACK di Vittorio Sgarbi “Il mio sogno è quello di sapere che ogni giorno, guardando un mio quadro appeso alla parete, la gente possa sorridere e sen- tirsi bene”. È quanto afferma l’autore. Pesci innamorati, città futuriste, cartoline di paesi e borghi immaginari, maschere, sono i soggetti che Ottanio predilige. Le sue tele sono una sintesi tra le vetrate go- tiche di Chartres, Pop Art americana e fu- turismo. Le vetrate della cattedrale di Chartres sembrano essere l’origine della ricerca dell’autore, per le scelte cromati- che, le geometrie utilizzate e la funzione. Le vetrate nel medioevo erano capaci di stordire il fedele grazie alla ricca tavolozza dei vetri colorati che la luce caleidoscopica faceva vibrare. Uno spettacolo che il fe- dele, abituato a colori spenti come i mar- Tramonto a Castellammare acrilico, mettalico, markering su tela, cm 200x100 roni della terra o i grigi della pietra – co- lori che pure indossava – paragonava al- l’agognato Paradiso, l’abisso del Bello. Ottanio desidera divertire, divergere dalla realtà cupa e faticosa e lo fa ripro- ducendola in modo esasperato e defor- mato, in chiave critica e ironica, modalità propria della Pop Art americana. Dal Fu- turismo l’autore eredita la concezione estetica del dinamismo esaltando il culto della modernità e della tecnica. Esem- plare di quest’ultima impronta è l’opera “Palermo 2050”. Per i soggetti e le moda- lità compositive si avverte nelle sue opere una gaiezza infantile e onirica evi- dente nelle opere Happy Fisch e Calata Ammare . Nell’opera “Naylari Twins” le maschere raccontano stati d’animo che vanno dalla tristezza alla melanconia, ma i colori esasperano la vivacità. Il contrasto genera movimento, ha la forza del ossimero. L’accostare due ter- mini di senso contrario genera un’appa- rente incoerenza capace di ampliare l’effetto empatico.

RkJQdWJsaXNoZXIy MjQ2Nzk=